BIOdiversità agraria - ZOOtecnia biologica - TECnologie per un’agricoltura sostenibile

Casa israelita dell'età del ferro

La storia dell’agricoltura e della zootecnia attraverso i disegni

L’allevamento degli animali domestici nel mondo: le principali specie allevate, le razze, il resoconto della zootecnia raccontata dalle immagini, dalle cronache e dai documenti storici.

Il periodo considerato fondamentalmente comprende il tempo immediatamente successivo all'esodo e alla conquista di Canaan, intorno al XV secolo a.C., fino ai tempi del Nuovo Testamento. 
La casa israelita era caratterizzata da un cortile d’ingresso sul quale fi affacciavano i locali delle cucine, dei lavori domestici ed eventuali magazzini. Di fronte a questi le stalle dove erano presenti capre e pecore per le diverse attività di allevamento (lana e latte) e l’asino per i trasporti e alcuni lavori. È presumibile la presenza anche di galline per la produzione di uova
Di fronte all’entrata erano collocati gli alloggi. I tetti erano delle terrazze utilizzabili per diverse attività dia lavorative che di riposo nella bella stagione.

 

1 – ingresso
2 – cortile centrale: A) forno; B) cisterna dell’acqua
3 – alloggi (stanze grandi)
4 – livello inferiore: cucina, lavori domestici, magazzino
5 – livello superiore: sul tetto ulteriore spazio per mangiare, lavorare e dormire durante la stagione calda; C) il tetto era in paglia ricoperto da argilla compattata e doveva essere spesso ristrutturato
6 – stalla 

Sopra: la bet ab era un gruppo di case in uno spazio comune condiviso, tutte appartenenti alla stessa famiglia, generalmente famiglia allargata.
La famiglia unita (casa del padre), una famiglia plurifamiliare composta da parenti di sangue e donne legate attraverso il matrimonio, costituiva l'unità di base della società israelita.

Veduta di Gerusalemme

 

Casa israelita dell'età del ferro